Passa ai contenuti principali
Rappresentanza in Italia
Comunicato stampa1 agosto 2023Rappresentanza in Italia

Aiuti di Stato: la Commissione approva un regime italiano da 54 milioni di € a sostegno delle imprese della regione Abruzzo nel contesto della guerra della Russia contro

Aiuti di Stato
Pixabay

La Commissione europea ha approvato un regime italiano da 54 milioni di € a sostegno delle piccole e medie imprese (PMI) attive nella regione Abruzzo nel contesto della guerra della Russia contro l'Ucraina. Questo regime è stato approvato nell'ambito del quadro temporaneo di crisi e transizione per gli aiuti di Stato, adottato dalla Commissione il 9 marzo 2023 per sostenere misure nei settori fondamentali ai fini dell'accelerazione della transizione verde e della riduzione della dipendenza dai combustibili. Il nuovo quadro modifica e proroga in parte il quadro temporaneo di crisi adottato il 23 marzo 2022 per permettere agli Stati membri di sostenere l'economia nel contesto dell'attuale crisi geopolitica e già modificato il 20 luglio 2022 e il 28 ottobre 2022.

 

Nel quadro del regime, gli aiuti assumeranno la forma di sovvenzioni dirette fino a un massimo di 600 000 € per le PMI attive nella regione Abruzzo e colpite dalla crisi a causa di determinate circostanze, quali l'aumento dei costi energetici, la diminuzione del fatturato e del commercio e l'interruzione di contratti o progetti esistenti. L’obiettivo del regime è quello di sostenere gli investimenti in progetti ammissibili relativi alle attrezzature industriali, all'ammodernamento di impianti o processi esistenti o all'acquisto di strumenti tecnologici per l'attuazione di modelli imprenditoriali innovativi. La misura sarà aperta a tutti i settori, ad eccezione dei settori finanziario, agricolo, della pesca e dell'acquacoltura, nonché dei settori esclusi dall'ambito di applicazione del regolamento "de minimis".

La Commissione ha constatato che le misure italiane rispettano le condizioni stabilite nel quadro temporaneo di crisi e transizione: in particolare, gli aiuti i) non supereranno i 2 milioni di € per impresa; ii) saranno concessi solo alle imprese colpite dalla crisi; e iii) saranno erogati prima del 31 dicembre 2023. La Commissione ha concluso che il regime italiano è necessario, adeguato e proporzionato per porre rimedio a un grave turbamento dell'economia di uno Stato membro, in linea con l'articolo 107, paragrafo 3, lettera b), TFUE e con le condizioni stabilite nel quadro temporaneo di crisi e transizione. Alla luce di ciò, la Commissione ha approvato il regime in quanto conforme alle norme dell'Unione sugli aiuti di Stato.

 

Ulteriori informazioni sul quadro temporaneo di crisi e transizione e sulle altre azioni intraprese dalla Commissione per parare le ripercussioni economiche della guerra della Russia contro l'Ucraina e per promuovere la transizione verso un'economia a zero emissioni nette sono disponibili qui. La versione non riservata della decisione sarà consultabile sotto il numero SA.108490 nel Registro degli aiuti di Stato nel sito web della Commissione dedicato alla Concorrenza, una volta risolte eventuali questioni di riservatezza.

Dettagli

Data di pubblicazione
1 agosto 2023
Autore
Rappresentanza in Italia