Skip to main content
Logo della Commissione europea
Rappresentanza in Italia
Discorso25 febbraio 2022Rappresentanza in Italia

Dichiarazione della Commissaria Kyriakides in occasione della Giornata mondiale delle malattie rare

malattie rare
pixabay

In vista della Giornata mondiale delle malattie rare, che si celebra il 28 febbraio, Stella Kyriakides, Commissaria per la Salute e la sicurezza alimentare, ha dichiarato: "In occasione della Giornata mondiale delle malattie rare, chiedo una maggiore cooperazione europea per far sì che tutti i pazienti affetti da malattie rare nell'Unione europea abbiano accesso alle diagnosi, al trattamento e all’assistenza di massima qualità di cui hanno bisogno. Purtroppo oggi non disponiamo ancora di una cura per il 95% delle malattie rare. Ciò deve cambiare. Un'Unione europea della salute forte è un'Unione che protegge e si occupa di ogni cittadino, indipendentemente dalla malattia o dal luogo di residenza. È quindi chiaro che dobbiamo fornire soluzioni europee a questo problema che interessa tutta l'Unione. Ecco perché, insieme alla presidenza francese, stiamo preparando una risposta europea più forte alle malattie rare.

La nostra azione sulle malattie rare mira a migliorare la diagnosi, l’assistenza e il trattamento dei pazienti mettendo in comune le risorse. Grazie alle nostre 24 reti di riferimento europee, questo progetto di cooperazione a livello dell'UE consente la circolazione di conoscenze e competenze specialistiche in tutta Europa. Per contribuire a superare gli ostacoli e le limitazioni a livello nazionale, il 1º gennaio di quest'anno 620 nuovi membri sono entrati a far parte delle nostre reti, aumentando la copertura geografica e le malattie contemplate e raggiungendo più di 1 400 centri specializzati in tutti gli Stati membri. Ciò consentirà a un maggior numero di pazienti di beneficiare, più vicino a dove vivono, delle competenze di cui hanno bisogno e aiuterà gli operatori sanitari ad ampliare le loro conoscenze e a trovare soluzioni. Si tratta di un chiaro esempio di come la collaborazione all’interno dell'UE vada a vantaggio sia dei pazienti sia degli operatori sanitari.”

La dichiarazione integrale è disponibile online.

Dettagli

Data di pubblicazione
25 febbraio 2022
Autore
Rappresentanza in Italia