Skip to main content
Rappresentanza in Italia logo
Rappresentanza in Italia
Comunicato stampa5 luglio 2021

Traffico di armi da fuoco: la Commissione avvia una consultazione pubblica per rivedere le norme dell'UE sull’importazione ed esportazione di armi

armi da fuoco-divieto

La Commissione avvia oggi una consultazione pubblica sul riesame delle norme dell'UE che disciplinano l’esportazione, l’importazione e il transito di armi da fuoco ad uso civile, con l'obiettivo di rimediare alle eventuali lacune che possono essere sfruttate dai trafficanti e semplificare il quadro giuridico per gli operatori legittimi. Tutte le parti interessate sono invitate a contribuire entro l’11 ottobre 2021.

I risultati della consultazione confluiranno nella revisione delle norme, allo scopo di migliorare la tracciabilità e lo scambio di informazioni e aumentare la sicurezza delle procedure di controllo di esportazioni e importazioni.

Il traffico di armi da fuoco alimenta la criminalità organizzata all'interno dell'Unione e favorisce l'instabilità politica nei paesi del vicinato dell'UE. Con lo sviluppo della consegna rapida dei pacchi e delle nuove tecnologie, il traffico di armi da fuoco sta assumendo nuove forme per sfuggire ai controlli. Al tempo stesso, gli importatori e gli esportatori legittimi di armi da fuoco devono districarsi tra una varietà di norme diverse in tutta l'UE.

L'iniziativa di revisione dell'attuale legislazione fa parte del piano d'azione dell'UE sul traffico di armi da fuoco per il periodo 2020-2025. Ylva Johansson, Commissaria per gli Affari interni, ha pubblicato oggi sul blog un articolo che incoraggia tutte le parti interessate a contribuire alla consultazione.

Dettagli

Data di pubblicazione