Passa ai contenuti principali
Rappresentanza in Italia
Comunicato stampa18 settembre 2023Rappresentanza in Italia

UE-Cina: secondo dialogo digitale ad alto livello

Visit of Věra Jourová, Vice-President of the European Commission, to China

Si è tenuto oggi il secondo dialogo digitale ad alto livello tra la Commissione e la Cina. Sotto la presidenza congiunta della Vicepresidente per i Valori e la trasparenza Věra Jourová e del vice Primo ministro cinese Zhang Guoqing, il dialogo ospitato a Pechino ha riguardato questioni fondamentali quali la regolamentazione delle piattaforme e dei dati, l'intelligenza artificiale, la ricerca e l'innovazione, i flussi transfrontalieri di dati industriali e la sicurezza dei prodotti venduti online. Ha partecipato alla conferenza anche il Commissario per la Giustizia e i diritti dei consumatori Didier Reynders con un videomessaggio.

Le parti hanno avviato una discussione approfondita sui settori cruciali della politica e delle tecnologie digitali. La Commissione ha fornito un aggiornamento degli sviluppi normativi dell'UE, tra cui il regolamento sui servizi digitali e il regolamento sui mercati digitali.

Le parti hanno avuto uno scambio di opinioni in materia di intelligenza artificiale (IA). La Commissione ha presentato gli sviluppi relativi alla legge sull'intelligenza artificiale e ha sottolineato l'importanza di un uso etico di questa tecnologia nel pieno rispetto dei diritti umani universali, alla luce delle recenti relazioni delle Nazioni Unite.

La Commissione ha ribadito il suo sostegno a norme globali e interoperabili per le tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) e sollecitato le autorità cinesi ad assicurare un contesto economico equo e basato sulla reciprocità nel settore digitale.

Ha inoltre espresso preoccupazione per le difficoltà incontrate dalle imprese dell'UE in Cina nell'utilizzare i propri dati industriali, a seguito dell'applicazione della legislazione recente. Le discussioni in materia proseguiranno nell'ambito del dialogo economico ad alto livello al fine di trovare soluzioni concrete.

La Commissione ha illustrato il suo approccio di riduzione dei rischi nell'ambito della strategia europea per la sicurezza economica, che consiste nell'attenuare i rischi per le sue catene di approvvigionamento, le infrastrutture critiche e la sicurezza tecnologica.

Per quanto riguarda la sicurezza dei prodotti, la Commissione e la Cina hanno accolto con favore la firma del piano d'azione sulla sicurezza dei prodotti venduti online.

L'obiettivo del piano d'azione è rafforzare ulteriormente il dialogo e la cooperazione tra la Commissione europea e l'amministrazione generale delle dogane della RPC (GACC). Le parti hanno convenuto di scambiarsi rapidamente informazioni sui prodotti non sicuri venduti online, organizzare seminari periodici per scambiarsi informazioni su leggi, regolamenti e migliori pratiche e organizzare specifiche attività di sensibilizzazione e formazione sulle norme dell'UE in materia di sicurezza dei prodotti per le imprese che vendono online.

La Cina ha condiviso aggiornamenti sulle proprie politiche e pratiche nel settore digitale. Le parti hanno convenuto di proseguire le discussioni a livello tecnico, riprendendo il dialogo UE-Cina sulle TIC.

Contesto

Il primo dialogo digitale ad alto livello UE-Cina si è svolto nel settembre 2020 e non era stato più convocato da allora. La ripresa di tale dialogo era stata annunciata dalla presidente Ursula von der Leyen durante la sua visita a Pechino il 6 aprile 2023.

La Commissione intrattiene dal 2009 un dialogo sulle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) con la Cina a livello tecnico, che riguarda le TIC e le politiche digitali nonché le questioni normative. Il dialogo sulle TIC però non era stato convocato dal 2020. Inoltre, il dialogo con la Cina in materia di scienza, tecnologia e innovazione si svolge nel contesto della tabella di marcia comune per il futuro della cooperazione UE-Cina in materia di scienza, tecnologia e innovazione, attualmente in discussione.

L'UE è impegnata attivamente sul fronte della governance dell'IA, in particolare con la proposta legislativa di regolamentare l'IA e a livello internazionale mediante il processo avviato durante il G7 a Hiroshima. Parteciperà inoltre alle discussioni sulla governance globale avviate dal segretario generale delle Nazioni unite.

Per ulteriori informazioni

Piano d'azione sulla sicurezza dei prodotti venduti online

UE-Cina: primo dialogo digitale ad alto livello tra la Commissione e la Cina

Citazioni

Oggi abbiamo avuto una discussione franca con la Cina su aspetti cruciali delle nostre politiche e tecnologie digitali. Intendiamo cooperare nei settori nei quali possiamo compiere progressi importanti. Abbiamo anche fatto un importante passo avanti in materia di protezione dei consumatori. Dobbiamo impegnarci anche in settori nei quali siamo in disaccordo. Non possiamo conciliare le nostre preoccupazioni e le opinioni diverse in un giorno, ma manterremo una porta aperta e continueremo il dialogo sulle questioni digitali, che sono fondamentali sia per le nostre economie che per le nostre società.

Věra Jourová, vicepresidente per i Valori e la trasparenza - 18/09/2023

 

Quando di tratta di IA, dati e altri importanti beni digitali, i nostri metodi e sistemi sono diversi. L'UE è un continente aperto, ma alle nostre condizioni. Il dialogo odierno costituisce un'occasione per presentare il nostro ampio corpus di norme per il digitale. Invitiamo inoltre ad aumentare la reciprocità per consentire alle imprese europee di accedere al mercato cinese. In tale spirito abbiamo anche acconsentito a rilanciare il dialogo sulle TIC.

Thierry Breton, commissario per il Mercato interno - 18/09/2023

 

L'età dei consumi online senza frontiere si è instaurata effettivamente, ma apporta anche nuove sfide globali da affrontare. Ciò significa che la cooperazione multilaterale deve essere ulteriormente rafforzata per garantire la protezione dei consumatori. Il piano d'azione tra l'UE e la Cina sulla sicurezza dei prodotti venduti online renderà gli acquisti online più sicuri non solo per i consumatori europei ma anche per quelli cinesi. Ad esempio, contribuirà a individuare in modo più rapido ed efficiente i prodotti pericolosi venduti online e a ritirarli dai mercati. Si tratta di una situazione positiva per tutte le parti e di un passo importante per migliorare gli standard di protezione dei consumatori all'interno e all'esterno dell'Unione europea.

Didier Reynders, commissario per la Giustizia - 18/09/2023

Dettagli

Data di pubblicazione
18 settembre 2023
Autore
Rappresentanza in Italia