Passa ai contenuti principali
Rappresentanza in Italia
Comunicato stampa22 dicembre 2022Rappresentanza in Italia

Vietare le sostanze chimiche nocive: presto in vigore nuove norme sugli inquinanti organici persistenti (POP) nei rifiuti

bidoni spazzatura
pixabay

Il 29 dicembre entrerà in vigore il nuovo regolamento sugli inquinanti organici persistenti (POP), che prevede l'obbligo giuridicamente vincolante di proteggere la salute umana e l'ambiente da alcune delle sostanze chimiche più nocive presenti nei rifiuti. Sebbene in genere i POP non siano più utilizzati in nuovi prodotti, essi sono ancora presenti nei rifiuti derivanti dallo smaltimento di alcuni prodotti industriali e di consumo dopo il termine del loro ciclo di vita.

Il nuovo regolamento introduce, per la prima volta, limiti per alcune di queste sostanze chimiche contenute nei rifiuti e li inasprisce per altre che erano già regolamentate. I limiti esistenti sono stati inaspriti per cinque sostanze, mentre sono stati concordati nuovi limiti per quattro nuove sostanze presenti ad esempio nei tessuti impermeabili, nelle schiume antincendio, nel legno trattato ecc. Limitare la presenza di queste sostanze chimiche nei rifiuti impedirà loro di rientrare nel circuito economico.

Le nuove parlano chiaro riguardo al deciso impegno dell'UE ad affrontare il problema dei POP nei rifiuti e a guidare la strada verso un ambiente privo di sostanze tossiche a livello internazionale. La maggior parte delle disposizioni del regolamento sarà applicabile 6 mesi dopo la data della sua entrata in vigore (il 29 dicembre).

Contribuendo a promuovere l'approvvigionamento di materie prime secondarie sicure e prive di sostanze tossiche, il regolamento svolge anche un ruolo importante nel conseguimento degli obiettivi del piano d'azione per l'economia circolare, del piano d'azione per l'inquinamento zero e della strategia in materia di sostanze chimiche sostenibili. 

Per maggiori informazioni sulle nuove norme, consultare l’Angolo della stampa, in particolare le “Daily News” dedicate all'accordo politico.

 

Dettagli

Data di pubblicazione
22 dicembre 2022
Autore
Rappresentanza in Italia